info@trainerlab.it

Accesso utenti

Calcolo BMI

Peso:
Cm
Altezza:
Kg
Il tuo BMI è:
0
joomla module body mass index

TrainerLAB Mobile

phone TrainerLAB è anche Mobile. Accedi dal tuo Smartphone o Iphone

Potrai avere tutte le funzionalità di TrainerLAB in versione Mobile.

Apple-vs-Android-logo

 

 

BIA -IMPEDENZIOMETRIA-

BIA-Bioimpedenza-correttaÈ una metodica non invasiva che consente di analizzare la composizione corporea in pochi secondi grazie alla rilevazione dell'impedenza, ovvero della "resistenza"opposta dall'organismo al passaggio di una corrente elettrica alternata di bassa frequenza. La corrente viene veicolata da elettrodi in gel posti sulla mano e sul piede. 
Una corrente elettrica sinusoidale, applicata agli organismi viventi, evidenzia due strutture biologiche di differente comportamento fisico:

 

Leggi tutto: BIA -IMPEDENZIOMETRIA-

Spondilolisi e spondilolistesi

spondyl 2Cosa è la  spondilolisi e la spondilolistesi ?

La problematica , interessa la parte bassa della schiena si chiama la colonna vertebrale lombare . Esso è composto da cinque ossa chiamate vertebre lombari . Le vertebre hanno due parti principali , una parte solida chiamato corpo e un anello osseo attraverso il quale nella parte inferiore passa il  midollo spinale e i nervi. Tra i corpi delle vertebre ci sono dei dischi che fanno da  ammortizzante.

Leggi tutto: Spondilolisi e spondilolistesi

Ripristino della Fosfocreatina

Tempi di Ripristino del CP (Fosfocreatina o Creatinfosfato)
Il CP è una molecola organica formata dall'unione della creatina + un gruppo fosfato e ha la funzione di riserva energetica (per muscoli e cervello), in particolare per quel che riguarda il metabolismo anaerobico alattacido, quindi senza l'utilizzo di ossigeno e senza generare acido lattico.
La reazione di Lohmann (CP + ADP -> creatina + ATP) varia temporaneamente la concentrazione di ATP, dura 2-7 secondi ed è reversibile.

Per calcolare i tempi di recupero tra le serie e gli esercizi bisogna sempre rifarsi a questa tabella:

TEMPO DI RECUPERO % DI FOSFAGENO REINTEGRATO
meno di 10'' molto poco
30 sec. 50%
60 sec. 75%
90 sec. 87%
120 sec. 93%
150 sec. 97%
180 sec. 98%

Alla luce di questa tabella si applicano le seguenti pause (nelle metodiche più comuni) in base all'obiettivo prefissato:
- Ipertrofia: 30'' --> 60''
- Forza: 180'' --> 360''

 

 

Muscoli (origini e inserzioni)

 

Muscoli (origine, inserzione, azione)

Le seguenti tabelle riportano origine, inserzione e azione dei principali muscoli per quanto riguarda la muscolatura assile (fondamentale per testa e colonna vertebrale) e la muscolatura appendicolare.
Nella muscolatura assile si trovano quattro gruppi di muscoli (per funzione e topografia):
- muscoli della testa e del collo
- muscoli della colonna vertebrale (o del rachide)
- muscoli obliqui e retti
- muscoli del pavimento pelvico

La muscolatura appendicolare, che costituisce circa il 40% di tutti i muscoli del corpo, si divide invece in:
- muscoli del cingolo pettorale e dell'arto superiore
- muscoli del cingolo pelvico e dell'arto inferiore

Muscolatura Assile      
       
Muscoli anteriori del collo      
Muscolo Origine Inserzione Azione
Digastrico ventre anteriore: dalla superficie inferiore della mandibola al mento; ventre posteriore: dalla regione mastoidea dell'osso temporale osso ioide abbassa la mandibola, apre la bocca, e/o innalza la laringe
genioioideo superficie mediale della mandibola a livello del mento osso ioide come sopra, e inoltre retrae l'osso ioide
miloioideo linea miloioidea della mandibola rafe mediano diretto all'osso ioide innalza il pavimento della bocca e l'osso iode, e/o abbassa la mandibola
omoioideo margine superiore della scapola, vicino all'incisura scapolare;ventri superiore e inferiore, uniti a livello del tendine centrale, ancorato alal clavicola e alla priam costa osso ioide abbassa l'osso ioide e la laringe
sternoioideo clavicola e manubrio sternale osso ioide abbassa l'osso ioide e la laringe
sternotiroideo superficie dorsale del manubrio sternale e 1a cartilagine costale cartilagine tiroidea della laringe abbassa l'osso ioide e la laringe
tiroioideo cartilagine tiroiodea della laringe osso ioide innalza la laringe; abbassa l'osso ioide
stiloioideo processo stiloioideo dell'osso temporale osso ioide innalza la laringe
Sternocleidomastoideo Capo clavicolare: si inserisce all'estremità sternale della clavicola. Regione mastoidea del cranio e porzione laterale della linea nucale superiore. Insieme flettono il collo.
Capo sternale: si inserisce al manubrio. singolarmente piegano la testa verso la spalla e ruotano la faccia dal lato opposto
       
       
Muscoli del rachide (strato superficiale ed erettori della colonna: gruppo degli spinali, gruppo dei lunghissimi, gruppo degli ileocostali)
Muscolo Origine Inserzione Azione
Splenii (splenio della testa e splenio del collo processi spinosi e legamenti delle vertebre cervicali inferiori e delle prime toraciche processo mastoideo dell'osso temporale, osso occipitale e vertebre cervicali i muscoli dei due lati cooperano nella estensione del collo; ciascuno ruota e inclina la testa dal proprio lato
spinale del collo porzione inferiore del legamento nucale e processo spinoso di C7 processo spinoso dell'epistrofeo estensione del collo
spinale del torace processi spinosi delle vertebre toraciche inferiori e delle lombari superiori processi spinosi delle vertebre toraciche superiori estensione della colonna
lunghissimo della testa processi trasversi delle vertebre cervicali inferiori e delle toraciche superiori processo mastoideo dell'osso temporale i muscoli dei 2 lati cooperano nella estensione del collo; ciascuno ruota e inclina la testa dal proprio lato
lunghissimo del collo processi traversi delle vertebre cervicali superiori processi trasversi delle vertebre cervicali intermedie e superiori i muscoli dei 2 lati cooperano nella estensione del collo; ciascuno ruota e inclina la testa dal proprio lato
lunghissimo del torace vasta aponeurosi e processi trasversi delle vertebre toraciche inferiori e delle lombari superiori; insieme al muscolo ileocostale forma il "sacrospinale" processi trasversi delle vertebre toraciche e lombari, e facce inferiori delle ultime 10 coste estensione e/o flessione laterale della colonna
ileocostacale della collo margini superiori delle coste vertebro-sternali vicino all'angolo costale processi trasversi delle vertebre cervicali intermedie e inferiori estensione o flessione laterale del collo; innalzamento delle coste
ileocostacale del torace margine superiore delle ultime 7 coste, medialmente all'angolo costale coste superiori e processi traversi dell'ultima vertebra cervicale stabilizza le vertebre toraciche durante l'estensione
ileocostacale del lombi cresta iliaca, cresta sacrale e processi spinosi lombari facce inferiori delle ultime 7 coste nei pressi dell'angolo costale estensione della colonna; abbassamento delle coste
       
       
Muscoli del rachide (strato profondo o "trasversospinale")    
Muscolo Origine Inserzione Azione
semispinale della testa processi delle vertebre cervicali inferiori e toraciche superiori osso occipitale tra le linee nucali i muscoli dei 2 lati cooperano per l'estensione del collo; singolarmente estendono e flettono il collo dal proprio lato
semispinale del collo processi trasversi T1-T5/T6 processi spinosi C2-C5 estensione della colonna e rotazione dal lato opposto
semispinale del torace processi traversi T6-T10 processi spinosi C5-T4 estensione della colonna e rotazione dal lato opposto
multifido osso sacro e processi trasversi delle singole vertebre processi spinosi della terza o quarta vertebra sovrastante estensione della colonna e rotazione dal lato opposto
rotatori (del collo, del torace, dei lombi) dai processi articolari delle vertebre cervicali, dai processi trasversi delle vertebre toraciche e dai processi mammillari delle vertebre lombari processi spinosi della vertebra adiacente superiore estensione della colonna e rotazione dal lato opposto
interspinali processi spinosi delle vertebre processo spinoso della vertebra superiore estensione della colonna
intertrasversali processi trasversi vertebrali processi trasversi della vertebra superiore flessione laterale della colonna
       
       
Muscoli del rachide (flessori spinali)    
Muscolo Origine Inserzione Azione
Lungo della testa processi trasversi delle vertebre cervicali base dell'osso occipitale i muscoli dei 2 lati cooperano per la flessione del collo; singolarmente determinano rotazione della testa dal proprio lato
lungo del collo superfici anteriori delle vertebre cervicali e delle toraciche superiori processi trasversi delle vertebre cervicali superiori flessione e/o rotazione del collo (limita l'iperestensione)
quadrato dei lombi cresta iliaca e legamento ileolombare ultima costa e processi traversi delle vertebre lombari insieme i muscoli dei 2 lati abbassano le coste; singolarmente flettono lateralmente la colonna; fissano le coste fluttuanti (11 e 12) durante l'espirazione forzata
       
       
Muscoli obliqui      
Muscolo Origine Inserzione Azione
scaleni (anteriore, medio e posteriore) processi traversi e costali delle vertebre C2-C7 facce superiori delle prime 2 coste innalzamento delle coste e/o flessione del collo; i muscoli di un lato piegano il collo e ruotano la testa dal lato opposto
intercostali esterni margine inferiori di ogni costa margine superiore della costa successiva innalzamento delle coste
intercostali interni margine superiore di ogni costa margine inferiore della costa precedente abbassamento delle coste
trasverso del torace superficie posteriore dello sterno carilagini costali abbassamento delle coste
dentato postero-superiore processi spinosi di C7-T3 e legamento nucale margini superiori delle coste 2-5 vicino agli angoli innalzamento delle coste, ampliamento della cavità toracica
dentato postero-inferiore aponeurosi dai processi spinosi T10-L3 margine inferiore delle coste 8-12 abbassamento delle coste; inoltre opposizione al diaframma
obliquo esterno dell'addome margini esterno e inferiore delle coste 5-12 aponeurosi del muscolo obliquo esterno che si estende alla linea alba e alla cresta iliaca compressione dell'addome; abbassamento delle coste; flessione, flessione laterale o rotazione della colonna dal lato opposto
obliquo interno dell'addome fascia toraco-dorsale e cresta iliaca superficie inferiori delle coste 9-12, cartilagini costali 8-10, linea laba e pube compressione dell'addome; abbassamento delle coste; flessione; flessione laterale o rotazione della colonna dallo stesso lato
trasverso dell'addome cartilagini delle csote 6-12, cresta iliaca e fascia toraco-dorsale linea alba e pube compressione dell'addome
       
       
       
Muscoli retti      
       
Muscolo Origine Inserzione Azione
regione cervicale genioideo, omoioideo, sternoioideo, sternotiroideo tiroideo (vedi muscoli della regione anteriore del collo)    
(regione toracica) diaframma processo xifoideo (dello sterno), coste e cartilagini costali 7-12, facce anteriori delle vertebre lombari centro tendineo espansione della cavità toracica e compressione della cavità addominopelvica
(regione addominale) retto dell'addome superficie superiore del pube nei pressi della sinfisi superfici inferiori delle cartilagini costali 5-7 e processo xifoideo dello sterno abbassamento delle coste; flessione della colonna e compressione dell'addome
       
       
       
       
Muscolatura Appendicolare      
       
Muscoli del cingolo scapolare      
Muscolo Origine Inserzione Azione
Elevatore della scapola Processi traversi delle prime 4 vertebre cervicali Margine vertebrale della scapola (vicino all'angolo superiore) eleva la scapola
Piccolo Pettorale Superfici anteriori e margini superiori delle coste 3-5 Processo coracoideo della scapola Porta in basso e in avanti la spalla;
ruota la scapola in modo che la cavità glenoidea si sposti inferiormente;
se prende punto fisso sulla scapola innalza le coste
Grande Romboide Processi spinosi delle vertebre toraciche superiori Margine vertebrale della scapola (dalla spina all'angola inferiore) Adduce e ruota verso il basso la scapola
Piccolo Romboide Processi spinosi C7-T1 Margine vertebrale della scapola (vicino alla spina) Adduce e ruota verso il basso la scapola
Dentato Anteriore margine antero superiore delle coste 1-8 o 1-9 Superficie anteriore del margine vertebrale della scapola Porta in avanti la spalla, ruota la scapola cosicché la cavità glenoidea si sposta superiormente
Succlavio Prima costa Margine inferiore della clavicola Porta in basso e in avanti la clavicola (e la spalla)
Trapezio Osso occipitale, legamento nucale, processi spinosi delle vertebre toraciche clavicola e spalla (acromion e spina) a seconda della porzione che si contrae e dello stato degli altri muscoli; può elevare, abbassare o ruotare la scapola e/o elevare la clavicola; può infine estendere il collo
       
       
Muscoli del braccio (propriamente detto)    
       
Muscolo Origine Inserzione Azione
Coracobrachiale Processo coracoideo della scapola Margine mediale del corpo omerale adduzione e flessione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Deltoide Clavicola e scapola (acromion e spina scapolare) Tuberosità deltoidea dell'omero Muscolo intero: abduzione dell'omero; parte anteriore: flessione e rotazione media dell'omero; parte posteriore: estensione e rotazione laterale dell'omero
Sopraspinato fossa sopraspinata della scapola Tubercolo maggiore dell'omero abduzione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Infraspinato Fossa infraspinata della scapola Tubercolo maggiore dell'omero Extrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Sottoscapolare Fossa sottoscapolare della scapola Tubercolo minore dell'omero Intrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Grande Rotondo Angolo inferiore della scapola Labbro mediale del solco intertubercolare dell'omero Estensione, adduzione e intrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo omerale
Piccolo rotondo Margine laterale della scapola Tubercolo maggiore dell'omero Extrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Tricipite brachiale (capo lungo) Tubercolo infraglenoideo della scapola olecrano dell'ulna estensione dell'avambraccio; estensione e adduzione dell'omero
Bicipite brachiale capo breve: processo coracoideo; capo lungo: tubercolo sovraglenoideo (entrambi sulla scapola) tuberosità del radio Flessione dell'avambraccio e flessione del braccio; supinazione
Grande dorsale Processi spinosi di tutte le vertebre lombari e toraciche inferiori, coste 8-12 e fascia lombodorsale Pavimento del solco intertubercolare dell'omero Estensione, adduzione e intrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
Grande pettorale cartilagini costali 2-6, corpo dello sterno, porzione mediale e inferiore della clavicola Cresta del tubercolo maggiore e labbro laterale del solco intertubercolare dell'omero Flessione, adduzione e intrarotazione dell'omero all'articolazione scapolo-omerale
       
       
       
       
Muscoli della coscia      
       
Muscolo Origine Inserzione Azione
Grande gluteo Cresta iliaca, linea glutea posteriore; superificie laterale dell'ileo; sacro; coccige; fascia lombodorsale tratto ileotibiale e tuberosità glutea del femore estensione ed extrarotazione del femore; contribuisce alla stabilizzazione del ginocchio esteso
Medio gluteo cresta iliaca anteriore dell'ileo, superficie laterale tra le linee glutee anteriore e posteriore grande trocantere del femore abduzione ed intrarotazione del femore
Piccolo gluteo superficie laterale dell'ileo tra le linee glutee anteriore e posteriore grande trocantere del femore abduzione e intrarotazione del femore
Tensore della fascia lata cresta iliaca e superficie laterale della spina iliaca antero-superiore tratto ileotibiale flessione ed intrarotazione del femore; in tensione supporta lateralmente il ginocchio
Otturatore interno margine mediale del forame otturatorio fossa trocanterica del femore extrarotazione del femore
Otturatori esterno margine laterale del forame otturatorio superficie mediale del grande trocantere extrarotazione del femore
Piriforme superficie anterolaterale del sacro grande trocantere del femore extrarotazione e abduzione del femore
Gemelli (superiore e inferiore) spina e tuberosità ischiatica dell'osso iliaco superficie mediale del grande trocantere attraverso il dentine dell'otturatore interno extrarotazione del femore
Quadrato del femore margine laterale della tuberosità ischiatica dell'osso iliaco cresta intertrocanterica del femore extrarotazione del femore
Adduttore breve ramo inferiore del pube linea aspra del femore adduzione, flessione e intrarotazione del femore
Adduttore lungo ramo inferiore del pube, anteriormente all'adduttore breve linea aspra del femore adduzione, flessione e intrarotazione del femore
Grande adduttore ramo inferiore del pube, posteriormente all'adduttore breve, e tuberosità ischiatica linea aspra e tubercolo degli adduttori del femore adduzione; la porzione anteriore provoca flessione e intrarotazione, la porzione psoteriore estensione ed extrarotazione
Pettineo ramo superiore del pube linea pettinea (al di sotto del piccolo trocantere) del femore flessione, intrarotazione e adduzione del femore
Gracile ramo inferiore del pube superficie mediale della tibia, inferiormente al condilo mediale flessione del ginocchio; adduzione e intrarotazione dell'anca
Ileopsoas (iliaco) fossa iliaca dell'osso iliaco distalmenteal piccolo trocantere con un tendine fuso con quello del muscolo psoas flessione dell'anca e/o del rachide lombare
Ileopsoas (grande Psoas) superfici anteriori e processi trasversi delle T12-L5 piccolo troncantere, assieme al muscolo iliaco flessione dell'anca e/o del rachide lombare
       
       
Muscoli della gamba      
       
Muscolo Origine Inserzione Azione
Bicipite femorale tuberosità ischiatica e linea aspra del femore testa della fibula e condilo laterale della tibia flessione della gamba propriamente detta; estensione e rotazione laterale della coscia
Semimabranoso tuberosità ischiatica superficie posteriore del condilo mediale della tibia flessione della gamba propriamente detta; estensione e rotazione mediale della coscia
semitendinoso tuberosità ischiatica superficie mediale dell'estremità prossimale della tibia, vicino all'inserzione del muscolo gracile flessione della gamba propriamente detta; estensione e rotazione mediale della coscia
sartorio spina iliaca anterosuperiore superficie mediale della tibia vicino alla tuberosità tibiale flessione del gamba propriamente detta; flessione ed extrarotazione della coscia
popliteo condilo laterale del femore superficie posteriore dell'estremità prossimale del corpo della tibia rotazione mediale della tibia (o rotazione laterale del femore) a livello del ginocchio; flessione della gamba propriamente detta
retto femorale (quadricipite) spina iliaca anteroinferiore e margine superiore dell'acetabolo tuberosità tibiale (tramite il tendine del quadricipite, la patella e il legamento patellare) estensione della gamba propriamente detta; flessione della coscia
vasto intermedio (quadricipite) superificie anterolaterale del femore e metà distale della linea aspra del femore tuberosità tibiale (tramite il tendine del quadricipite, la patella e il legamento patellare) estensione della coscia
vasto laterale (quadricipite) porzione anteroinferiore al grande trocantere e metà prossimale della linea aspra del femore tuberosità tibiale (tramite il tendine del quadricipite, la patella e il legamento patellare) estensione della coscia
vasto mediale (quadricipite) interna linea aspra del femore tuberosità tibiale (tramite il tendine del quadricipite, la patella e il legamento patellare) estensione della coscia
       
       
Muscoli estrinseci del piede e delle dita    
Muscolo Origine Inserzione Azione
Tibiale anteriore condilo laterale e porzione prossimale del corpo della tibia base del I° osso metatarsale e dell'osso cuneiforme flessione dorsale della caviglia e inversione del piede
tricipite della sura o surale gastrocnemio-ventre mediale (o gemello mediale) origina immediatamente al di sopra del condilo mediale del femore, posteriormente; calcagno (tramite tendine calcaneale (tendine d'Achille) gastrocnemio: flessione plantare della caviglia e flessione del ginocchio; soleo: flessione plantare della caviglia e muscolo posturale in posizione eretta
gastrocnemio-ventre laterale (o gemello laterale): origina immediatamente al di sopra del condilo laterale del femore, posteriormente;
soleo: testa e porzione prossimale del corpo della fibula, e porzione adiacente posteromediale del corpo della tibia
peroneo breve margine mediolaterale della fibula base del V° osso metatarsale eversione del piede e flessione plantare della caviglia
peroneo lungo testa e diafisi prossimale della fibula base del I° osso metatarsale e osso cuneiforme eversione del piede e flessione plantare della caviglia; supporta la caviglia; supporta l'arco longitudinale
plantare margine sopracondiloideo laterale porzione posteriore del calcagno flessione plantare della caviglia; flessione del ginocchio
tibiale posteriore membrana interossea e porzioni adiacenti dei corpi di tibia e fibula navicolare, le 3 ossa cuneiformi, cuboide, II°, III° e IV° osso metatarsale adduzione e inversione del piede; flessione plantare della caviglia
flessore lungo delle dita superficie posteromediale della tibia superficie inferiore delle falangi distali delle dita 2-5 flessione delle dita 2-5; flessione plantare della caviglia; inversione del piede
flessore lungo dell'alluce superficie posteromediale della fibula superficie inferiore della falange distale dell'alluce flessione dell'alluce; flessione plantare della caviglia; inversione del piede
estensore lungo delle dita condilo laterale della tibia; superficie anteriore della fibula superficie superiore delle falangi delle dita 2-5 estensione delle dita 2-5; flessione dorsale della caviglia ed eversione del piede
estensore lungo dell'alluce superficie anteriore della fibula superficie superiore della falange distale dell'alluce estensione dell'alluce; flessione dorsale della caviglia ed eversione del piede

Lesione tendine del bicipite

bicepten 2La  lesione del tendine del bicipite interessa la componente tendinea del muscolo bicipite ,forte banda di tessuto connettivo che  attacca il muscolo all'osso.  Tendinite è quando un tendine è infiammato. Quando invece ci sono micro-lesioni in un tendine dovute a ripetuti infortuni viene denominata tendinosi. Tendinopatia è il termine usato sia per l'infiammazione sia per le micro lesioni.

Leggi tutto: Lesione tendine del bicipite

Lesione del menisco

meniscalChe cosa è La lesione del menisco?

 

Il menisco è un pezzo di cartilagine nel mezzo del ginocchio. La cartilagine è dura, liscia,un  tessuto gommoso che fa da cuscino alla superficie dei giunti. C’è un menisco sul lato interno del ginocchio (il menisco mediale) e un menisco sul lato esterno del ginocchio (il menisco laterale).

Leggi tutto: Lesione del menisco

Categorie Articoli

Collabora con noi

Sei un istruttore , Personal Trainer , preparatore atletico , fisioterapista o medico sportivo.
Lavori nel settore fitness o sport in genere ?
Collabora con TrainerLAB
 

Pubblica i tuoi articoli , rendi pubblico il tuo curriculum

e pubblicizza la tua attività......dai visibilità alla tua professione.
Per contatti o informazioni : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

{jcomments off}

Chi siamo

tlab2

TrainerLAB , è un sito dove , operatori del settore Fitness e Sport , condividono esperienze, ricerche , articoli ed opinioni .

TrainerLAB non è affiliato a nessuna federazione sportiva o associazione di nessun tipo, è uno spazio aperto a tutti gli operatori del settore o a semplici appassionati che scambiano informazioni ed esperienze.

 

TrainerLAB Mobile

phone TrainerLAB è anche Mobile. Accedi dal tuo Smartphone o Iphone

Potrai avere tutte le funzionalità di TrainerLAB in versione Mobile.

Apple-vs-Android-logo

 

 

I cookies ci permettono di offrirvi i nostri servizi. Per poter utilizzare i servizi del nostro sito siete pregati di accettare i cookies Leggi politica cookies