info@trainerlab.it

Accesso utenti

Calcolo BMI

Peso:
Cm
Altezza:
Kg
Il tuo BMI è:
0

TrainerLAB Mobile

phone TrainerLAB è anche Mobile. Accedi dal tuo Smartphone o Iphone

Potrai avere tutte le funzionalità di TrainerLAB in versione Mobile.

Apple-vs-Android-logo

 

 

Fitness e sport

Disidratazione e combattimento

mmaGli atleti in sport di combattimento spesso cercano di perdere peso corporeo, al fine di competere contro avversari più leggeri e più piccoli. Una nuova tesi di dottorato dall'Università di Gothenburg, in Svezia,denuncia la limitata capacità del corpo umano di recuperare rapidamente dopo un'ampia perdita di peso a breve termine. Quasi la metà degli atleti studiati erano gravemente disidratati, la mattina del loro incontro. Ciò nonostante, gli atleti sembrano concentrarsi sui vantaggi mentali del metodo.

 

Stefan Pettersson ha studiato i migliori atleti svedesi di lotta, taekwondo, judo e pugilato. I dati sono stati raccolti tramite interviste con atleti delle squadre nazionali svedesi e studiato lo stato di idratazione di 70 atleti di elite.

 Tutti gli atleti studiati competono rispettando le classi di peso. Negli sport da combattimento, è generalmente considerato vantaggioso perdere molto tempo prima della pesata e poi bere e mangiare molto prima del match, con l’obiettivo finale di essere in grado di combattere un avversario più piccolo e più leggero di quanto sarebbe altrimenti possibile. La ricerca precedente mostra che il 80-90 per cento di tutti gli atleti negli sport con classi di peso aderiscono a questa pratica.

 Gli atleti comunemente si astengono da cibo e bevande fino a 24 ore prima di una pesatura. Essi inoltre riducono l'assunzione di cibo per 96 ore al fine di esaurire i carboidrati immagazzinati. Questo regime dietetico è talvolta combinata con sessioni di sauna destinati a liberare il corpo di acqua in maniera ancora più importante.

 La tesi di Pettersson analizza i vantaggi che si ottengono dalle pratiche elencate, ma anche i problemi e le conseguenze che si presentano agli atleti. Le analisi mostrano che la capacità degli atleti di recuperare rapidamente dalla disidratazione era tutt'altro che soddisfacente. Infatti, quasi la metà degli atleti studiati erano gravemente disidratati, la mattina del giorno dell’incontro.

 'Questo potrebbe significare che la loro resistenza, esplosività e la forza sono compromesse.

 Precedenti ricerche hanno anche dimostrato che le loro prestazioni mentali possono soffrire,il  che potrebbe implicare una scarsa percezione e ‘lincapacità di prendere decisioni rapide ', dice Pettersson.

 Pettersson ha servito come un nutrizionista nella squadra del Comitato Olimpico svedese per diversi anni. Egli suggerisce che non solo i settori come la consulenza nutrizionale e gestione del peso a lungo termine, ma anche i libri e le regole dovrebbero essere riviste al fine di ridurre la drammatica perdita di peso a breve termine.

 'Un modo per affrontare il problema sarebbe quello di programmare la pesata prima dell’incontro, o di mantenere la pesata come è, ma aggiungere una seconda pesata  prima di un match con la regola di tollerare brevi differenze dalla prima pesata. Ma le nuove regole non sarebbe probabilmente sufficienti.

 Per compensare eventuali vantaggi mentali persi, gli atleti possono avere bisogno di un po 'di buon allenamento mentale'.

 I risultati mostrano che molti attori coinvolti negli sport hanno bisogno di essere messi a conoscenza dei problemi, tra atleti, allenatori, nutrizionisti e psicologi sportivi. Inoltre, le federazioni internazionali per i rispettivi sport dovrebbero prendere in seria considerazione rivedere i loro rulebooks

I cookies ci permettono di offrirvi i nostri servizi. Per poter utilizzare i servizi del nostro sito siete pregati di accettare i cookies Leggi politica cookies